Medisuiss
Home| Mappa del sito|Contatto| DE FR IT
spacer
Print Page   Suche
Indennità di perdita di guadagno ("Indennità Corona")

Il Consiglio Federale ha adottato le misure per ammortizzare le conseguenze economiche nella diffusione del Coronavirus per gli indipendenti e dipendenti colpiti. Le prestazioni di cui ci occupiamo sono limitate per il periodo 17 marzo - 16 maggio 2020.
Il diritto alle prestazioni in caso di perdita di guadagno è previsto nei seguenti casi:
• indipendenti nel caso la chiusura dell’impresa sia stata imposta da parte delle autorità oppure nel caso in cui il reddito (acconto
  2019) annuale dell’indipendente superi i 10’000 franchi ma non superi i 90’000 franchi (vedi testo verde);
• le persone con attività lucrativa senza opzione per l’assistenza esterna per i figli fino ai 12 anni o disabili (a condizione che non
  esista un diritto all’indennità per lavoro ridotto; se non c’è la possibilità di homeoffice; in linea di principio non durante le vacanze
  scolastiche);
• le persone con attività lucrativa in quarantena (se non esiste un diritto all’indennità per lavoro ridotto; se non c’è la possibilità di
  homeoffice).
L’indennità può essere richiesta tramite il formulario sottostante presso la Cassa di compensazione dove vengono versati i contributi AVS. L’indennità ammonta all’80 % del reddito medio lordo dell’attività lucrativa conseguito prima dell’inizio del diritto ma al massimo a 196 franchi al giorno. Le prestazioni verranno pagate dalla Cassa di compensazione retroattivamente.


DIRITTO IN CASO DI CHIUSURA DI FATTO DELL’IMPRESA

L’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (autorità di vigilanza delle casse di compensazione AVS) afferma esplicitamente che medici, dentisti e altri professionisti della salute non hanno diritto a prestazioni in base all’art. 2 cpv. 3 dell’ordinanza in vigore dal 17 marzo. Secondo l’Ufficio federale, le autorità non hanno indetto una chiusura ufficiale degli studi medici, dentistici, o altri professionisti della salute; una chiusura di fatto non è sufficiente per avere diritto all’indennità.
Tuttavia, secondo la modifica dell’ordinanza del 16 aprile sussiste un diritto all’indennità, se il reddito regolare sottoposto all’AVS (acconto 2019) non sia inferiore a 10'000 franchi e non superiore a 90’000 franchi annuali (cpv. 3bis); non vengono prese in considerazione le modifiche del reddito annunciate dopo il 17 marzo 2020.

Le associazioni FMH, SSO, SVS e ChiroSuisse accompagnano processi pilota per far esaminare la legalità e l’interpretazione dell'ordinanza dai tribunali. Fino a quando non è stata presa una decisione definitiva, le richieste di risarcimento per la chiusura dell’attività in caso di un reddito entro 10'000 e 90'000 franchi restano pendenti presso la medisuisse.

Queste spiegazioni non riguardano
la possibilità di fare domanda del credito transitorio Covid-19,
il diritto all’indennità per lavoro ridotto per i dipendenti,
eventuali diritti secondo le legislazioni cantonali,

il diritto in caso di mancante opzione per la custodia da parte di terzi per i figli o in caso di quarantena.

ATTENZIONE:

Secondo la decisione del Consiglio federale del 19 giugno, la domanda di prestazioni dev'essere presentata al più tardi entro il 16 settembre 2020.
Dopo la fissazione dell'indennità si può procedere a un nuovo calcolo dell'indennità soltanto se una tassazione fiscale più recente è notificato all'avente diritto entro il 16 settembre 2020 e quest'ultimo richiede il nuovo calcolo entro questa data.


Il 1° luglio, il Consiglio federale ha deciso di prolungare
fino al 16 settembre 2020 il diritto in caso di chiusura dell’impresa. Si sta esaminando se questa estensione riguarda anche le professioni medicinali. In tal caso, le prestazioni per le persone indipendenti già registrate per l’indennità di perdita di guadagno Corona, con un reddito compreso tra 10'000 e 90'000 franchi, verranno automaticamente versate. Ulteriori informazioni seguiranno.


►   Opuscolo
Domande e risposte dell'Ufficio federale
►   Formulario indipendenti (custodia dei figli/quarantena; concernente la chiusura dell'impresa v. il testo in verde
►   Formulario datore di lavoro (per i dipendenti; non per l'indennità per lavoro ridotto)
►  
Formulario dipendenti (unicamente nel caso in cui il datore di lavoro non ha depositato una domanda)


PANORAMICA DEGLI EVENTUALI DIRITTI

Indipendenti in caso di chiusura dell'impresa in seguito a una decisione delle autorità

• per se stesso: v. sopra il testo in verde
• per la persona che lavora nell'azienda del coniuge: indennità per lavoro ridotto (limitata) = cassa di disoccupazione
• per gli altri dipendenti: indennità per lavoro ridotto = cassa di disoccupazione

persone giuridiche (SA e Sagl) con lavoro ridotto

• per l'imprenditore: indennità per lavoro ridotto (limitata) = cassa di disoccupazione
• per la persona che lavora nell'azienda del coniuge: indennità per lavoro ridotto (limitata) = cassa di disoccupazione
• per gli altri dipendenti: indennità per lavoro ridotto = cassa di disoccupazione

Diritti particolari per certi indipendenti e dipendenti

• genitori di figli di età inferiore a 12 anni o disabili con interruzione dell'attività lucrativa perché la custodia dei figli non è garantita
• persone che devono interrompere l'attività lucrativa perché sono messe in quarantena

Questa prestazione
• non esiste se telelavoro (homeoffice) est possibile
• è sussidiaria al pagamento continuato del salario e a altre prestazioni
  (esempio: nessun diritto particolare se è percepita l'indennità per lavoro ridotto)

= cassa di compensazione AVS

 
Go to the top 
Spacer